Antipasti Primi Secondi Dolci

Patatine fritte croccanti. Contorno facile

Ricetta di:
patatine fritte
  • Persone: 4
  • Preparazione: 10m
  • Cottura: 10m
  • Pronto in: 20m
2013-02-21

Patatine fritte croccanti

Ci sono diverse scuole di pensiero sulla ricetta delle patatine fritte perfette, quelle croccanti fuori e morbide dentro. C’è chi esegue la doppia frittura per ottenere la giusta croccantezza e c’è chi immerge le patate pelate in acqua fredda o in acqua fredda salata per far scaricare l’amido. Ma il segreto sta nella scelta della patata. Esistono quattro tipi di patata che si trovano normalmente in commercio:

Patate a pasta gialla, dalla polpa compatta. Sono impiegate per le patatine fritte industriali e casalinghe, ma sono adatte anche per le insalate e le cotture in forno.
Patate a pasta bianca, dalla polpa farinosa che si spappola durante la cottura. Sono adatte ad essere schiacciate, per esempio nel purè, nelle crocchette o negli gnocchi.
Patate novelle, caratteristiche per la buccia sottile, vengono raccolte quando la maturazione non è completa. Contengono molta acqua e poco amido e non vanno bene per la frittura. Sono a breve conservazione e andrebbero bollite con la buccia.
Patate a buccia rossa e pasta gialla, caratterizzate dalla polpa soda che le rende indicate per le cotture intense quali cartoccio, forno e frittura.

Quindi per delle patatine fritte croccanti fuori e morbide dentro, scegliere le patate a pasta gialla.

Ingredienti patate fritte croccanti per 4 persone

  • 500 g di patate a pasta gialla
  • olio di arachidi per friggere
  • sale q.b.

pelare le patate (640x478)

Come fare le patatine fritte

Lavare le patate, pelarle e tagliarle a fiammifero, i bastoncini non devono essere ne troppo sottili, (otterremmo delle patatine sbruciacchiate, sicuramente croccanti ma senza polpa all’interno), ne troppo spesse (allungheremmo i tempi di cottura, rischiando di bruciarle esternamente e lasciarle meno cotte all’interno). Dopo averle tagliate asciugarle con cura.

tagliare le patate a fiammifero (640x478)

Friggere in olio bollente, consiglio l’olio di arachidi che rispetto a tutti gli altri oli di semi contiene meno grassi polinsaturi nocivi per il nostro organismo quando raggiungono alte temperature come nel caso della frittura.

Per vedere se l’olio è pronto. Provare ad immergere una patatina, se tutt’intorno compaiono tantissime piccole bollicine allora è pronto. Sarebbe utile anche mettere le patatine nell’olio un poco per volta per evitare di far abbassare la temperatura dell’olio.

patatine fritte

Appena le patate risultano ben dorate, scolare l’olio e assorbire l’eccedenza con carta assorbente. Mai salare le patatine durante la fase di frittura. Il sale richiama i liquidi contenuti nelle patate, questo le renderebbe inevitabilmente molli. Quindi è importante salare le patatine fritte solo a fine cottura.

patatine fritte croccanti

Buon Appetito!!

Se ti è piaciuta la ricetta patatine fritte condividila sui social.

Vota la ricetta

Vota la Ricetta



7
Commenti

avatar
  Segui discussione  
Notificami
Domenico Giannetto
Ospite
Domenico Giannetto

non ed tutto esato!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anna Marya
Ospite
Anna Marya

con l'olio extravergine d'oliva le trovo pesanti…. l'olio di arachidi tiene bene il calore.. è indicato anche nelle diete!

Carla Fazio
Ospite
Carla Fazio

Io in cucina utilizzo solo ed esclusivamente olio evo oltretutto nemmeno quello imbottigliato ma quello fatto artigianale..solo per friggere le patatine e non anche le altre cose uso l'olio di semi..

AziendaBio Sole Di Cajani
Ospite
AziendaBio Sole Di Cajani

perche non siete abituati a consumare olio evo .

Carla Fazio
Ospite
Carla Fazio

A mio parere vengono pesanti e poco digeribili..