Come pulire i carciofi consigli e metodi di conservazione




Come pulire i carciofi

Vediamo come pulire i carciofi a seconda della ricetta che dobbiamo realizzare. I carciofi possono risultare un alimento difficile da pulire, eppure, con un po’ di pratica e di manualità basteranno solo pochi minuti per qualsiasi preparazione.

Carciofo integro

Chi non è pratico preferisce cucinare questi dolcissimi ortaggi lasciandoli integri, magari conditi e sbollentati dopo un veloce risciacquo sotto l’acqua corrente. Unica accortezza sarà quella di eliminare le foglie esterne, solitamente troppo fibrose. Sono ottimi conditi anche solo con olio, aglio e prezzemolo cucinati lentamente alla brace. Un piccolo trucco, che può agevolare la farcitura del carciofo intero, è quello di batterlo, capovolto, su un piano, tenendolo saldamente dal gambo. Con questa procedura le foglie del carciofo si apriranno uniformemente consentendo una pulizia più profonda durante il lavaggio e al condimento di penetrare più a fondo. Non solo, la cottura risulterà uniforme.

Cuori di carciofo

Per realizzare ricette che prevedono l’utilizzo del cuore del carciofo basterà eliminare le foglie esterne, le punte e la barbetta, chiamata anche peluria. È consigliabile pelare anche il gambo nel caso si decidesse di lasciarne una parte.

come pulire i carciofi

Tagliare il carciofo a 6-7 cm di distanza dalla base delle foglie esterne. In questo modo verranno eliminate le punte delle foglie mantenendo la base commestibile delle stesse.

pulire i carciofi

Inserire un coltello esattamente a metà tra le foglie esterne e quelle interne e, con la punta, scavare il cuore del carciofo per estrarre le foglie centrali residue e la peluria sul fondo con delicatezza. Immergere i cuori di carciofo in acqua e limone per bloccare il processo di ossidazione. I cuori di carciofi ripieni sono perfetti come antipasto o secondo.

Come tagliare i carciofi

ricette cuori di carciofi

Ottenuto il cuore del carciofo, possiamo ricavare la forma che serve per realizzare diversi piatti.

bollire i cuori di carciofi

A tocchetti, a lamelle più o meno spesse o crema di carciofi per condire la pasta o realizzare un contorno, ad esempio carciofi trifolati, per secondi di carne e pesce.

Come si conservano i carciofi

Al momento dell’acquisto è fondamentale scegliere carciofi sodi e senza ammaccature. I carciofi, una volta mondati, possono essere conservati crudi o cotti nel frigorifero per qualche giorno. I cuori di carciofo interi o tagliati si possono congelare o conservare sott’olio.



Commenta la notizia: