Cosa succede a chi mangia la pizza durante la notte?

A prescindere dall’alimento in questione, sarebbe bene astenersi dagli spuntini notturni, per diverse ragioni. La prima è che il metabolismo, durante la notte, rallenta. Significa che è molto più facile ingrassare a causa dei pasti serali e notturni. Anche la digestione peggiora, e la posizione supina può causare la risalita dei succhi gastrici lungo l’esofago, causando acidità e reflusso gastroesofageo. Inoltre la pizza, che è un alimento di per se ad alto indice glicemico, ha la prerogativa di causare picchi glicemici non prevedibili, fino ad 8 ore dopo l’ingestione.

Cause del reflusso relative alla pizza

A causare il reflusso gastroesofageo non è solo la posizione che si assume per dormire. Anche l’abbinamento tra salsa di pomodoro (acida) e formaggio fuso (grasso) predispone a questa condizione. Inoltre la pizza è ricca di carboidrati e grassi, causa in genere di difficoltà di digestione. Spesso inoltre la pizza causa aumento della sete, che porta a bere di più con relativo aumento della minzione. Questo causa frequenti risvegli notturni per urinare, disturbando la quantità e la qualità del sonno. In considerazione della diminuita efficienza del metabolismo durante la notte è bene considerare anche che le calorie apportate dalla pizza si aggirano su le 266 ogni 100 gr di prodotto, oltre a 4,5 gr di grassi , che per una pizza da 300 gr diventano 13,5 gr. Durante la notte dunque la pizza diventa una vera bomba di grassi e calorie.

Pizza si, ma meglio di giorno: ecco cosa succede durante la notte

Cibi così impegnativi per il nostro apparato digerente e per il metabolismo andrebbero consumati preferibilmente durante la prima parte della giornata. I grassi saturi consumati la sera e la notte producono stati infiammatori nell’organismo, e aumentano il rischio di sviluppare malattie metaboliche, come ad esempio il diabete di tipo 2.  Attenzione anche al condimento: il nostro pancreas produce il colesterolo proprio di notte, intorno alle 2:00. Per questo è importante evitare di introdurre condimenti ricchi di colesterolo la sera e durante la notte.