Zenzero utilizzo in cucina e proprietà curative


Zenzero

Lo zenzero è la parte interrata del fusto, detta rizoma, di una pianta appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae. Questa pianta dal un profumo intenso ha molteplici proprietà curative e benefiche. Nei paesi orientali viene consumata quotidianamente ed inserita nella maggior parte delle pietanze sia dolci che salate. È conosciuto anche come ginger e si può trovare ormai in quasi tutti i supermercati zenzero in polvere o fresco. Il primo è più facile da dosare in piatti e bevande già pronti. Il secondo, invece, ha un sapore più fresco e aromatico ed è consigliabile aggiungerlo in piccole dosi.

Si presenta in forma di radice dalla buccia color marrone chiaro e la polpa gialla. Il suo sapore piccante e aromatico arricchisce piatti di carne e verdure. Spesso questa pianta è utilizzata per le sue proprietà curative note da secoli. In molti paesi, infatti, viene utilizzata come rimedio contro nausea, raffreddore e come potente ricostituente. Viene prodotto nei paesi orientali con clima tropicale ma è possibile coltivarlo anche nelle zone mediterranee. Il suo uso sta, negli ultimi anni, crescendo sempre di più grazie alla scoperta delle sue numerose proprietà benefiche.

zenzero

Zenzero proprietà e benefici

Il consumo giornaliero di questa spezia miracolosa aiuta il nostro organismo a disintossicarsi, molti, infatti, utilizzano lo zenzero per dimagrire. Ricco di acqua, vitamine e sali minerali, risulta un valido rimedio contro influenze stagionali e raffreddori. Il suo potere antinfiammatorio è noto da secoli e, studi recenti, hanno dimostrato che aiuta a prevenire tumori a stomaco e colon. Lo zenzero in gravidanza si utilizza per tenere sotto controllo la nausea e risulta valido anche contro il mal d’auto e il mal di mare. È un gastroprotettore naturale, previene ulcere e gastriti e aiuta nella fase digestiva. Stimola le difese immunitarie e facilita la guarigione nei casi di infiammazioni alla gola o mal di testa.

Zenzero controindicazioni

Questa spezia esotica può essere consumata anche giornalmente ma senza eccedere troppo nelle dosi. Un consumo eccessivo, infatti, rischierebbe di aumentare i sintomi per i quali si sta cercando di porre rimedio. Zenzero effetti collaterali: in caso di gastriti, ad esempio, esistono casi di aggravamento dovuto ad un consumo eccessivo. Lo zenzero fresco può portare a blocchi intestinali a causa dell’alto apporto di fibre dovuto all’eccesso di dose o a scarsa masticazione. Esistono casi anche di reazioni allergiche che si manifestano con reazioni cutanee dovute spesso a lunghi periodi di assunzione in dosi elevate.

Zenzero in cucina

Il sapore piccante di questa spezia arricchisce tantissimi piatti, in particolare esalta secondi di carne e verdure. Più comune il suo utilizzo per dolci e biscotti, ad esempio il pan di zenzero, spesso tipici del periodo natalizio insieme ad altre spezie profumate. Molto utilizzato nelle tisane e negli infusi nel periodo invernale, il suo profumo rilassa e riscalda aiutandoci a prevenire i primi raffreddori stagionali. Zenzero e limone il connubio perfetto. È sempre consigliabile utilizzare quello fresco da grattugiare al momento o da inserire a fette nelle tisane e nelle ricette di carne e pesce. L’aroma sarà più intenso e definito. Da non sottovalutare lo zenzero candito per arricchire le preparazioni dolci e dare un tocco esotico a cassate e panettoni.

Per visualizzare tutte le ricette con lo zenzero CLICCA QUI

ricetta omini di pan di zenzero        pollo-alle-mandorle-cinese        casetta di pan di zenzero



Commenta la notizia: