Pere varietà più comuni e caratteristiche nutrizionali


Pere

Le pere sono il frutto di un albero appartenente alla famiglia delle rosaceae, il Pyrus. In realtà la pera, come altri frutti appartenenti alla sottofamiglia delle pomacee, è un “falso frutto” perché la parte commestibile, polpa e buccia, non è altro che il ricettacolo fiorale che cresce intorno al frutto vero e proprio, ovvero il torsolo. Questo succoso frutto rientra della preparazione di moltissimi dolci ma è anche tradizionalmente abbinato al formaggio.

Le proprietà nutritive e benefiche della pera la rendono un valido alleato nelle diete ipocaloriche e regolarizzazione di disturbi intestinali. Le pere raggiungono la maturazione verso la fine di luglio e addolciscono i nostri palati sino ad inverno inoltrato. Grazie ai metodi di conservazione le aziende produttrici riescono a rifornire i mercati per tutto il periodo dell’anno.

Varietà di pere

Varietà di pere

Ogni varietà di pera ha la sua caratteristica: più o meno dolce, croccante o polposa. Ci sono pere adatte alla cottura e pere da gustare a morsi, quelle che arricchiscono piatti dolci e quelle che esaltano preparazioni salate. Piccole o grandi, tonde o allungate, le pere riescono, con la loro versatilità, ad arricchire moltissimi piatti. Per districarsi tra le tante varietà si può tentare di distinguerle per gusto e consistenza e per utilizzo in cucina.

Pera Williams

Pere WilliamsNonostante il nome, la Williams è una pera italiana dolce e carnosa adatta per preparazioni dolci e macedonie. Il colore varia da verde a giallo, con macchie rosse nel caso di prolungata esposizione al sole. La polpa è bianca dal sapore dolce e moscato che la rende perfetta per conserve e marmellate. Consumare questa varietà aiuta a regolarizzare l’intestino grazie alla buccia ricca di fibre.

Pera Abate

Pere AbateQuesta varietà si distingue per la forma allungata e le dimensioni. Molto succosa e dalla consistenza granulosa, la pera Abate ha un sapore un po’ più acidulo e agrumato rispetto alle altre varietà ed è ricca di vitamine. Viene raccolta a settembre quando la buccia diventa gialla. È una delle pere più grandi, il suo peso si aggira intorno ai 270 grammi e il colore varia dal giallo al verde.

Pera Kaiser

Pere KaiserTra le pere più comuni, le Kaiser vengono consumate sia cotte che crude. Hanno un caratteristico color ruggine uniforme e il collo allungato. Questa varietà dolce e succosa è adatta per centrifugati e frullati energizzanti per sportivi o chi segue un regime alimentare ipocalorico. La polpa è bianca, granulosa e discioglie velocemente in bocca. Perfetta al forno come dolce genuino a fine pasto o merenda.

Pera Decana

È una delle varietà più delicate e per questo va maneggiata e conservata con cura per evitare ammaccature. La pera Decana ha forma tondeggiante, colore giallo verde rugginoso e qualche macchia rossa data dall’esposizione al sole. Il sapore è dolce e fondente e la rende una delle varietà preferite da consumare a morsi. Molto aromatica e dal potere dissetante e diuretico.

Pera Coscia

La raccolta di questa varietà di frutta avviene nel mese di luglio ed è quindi definita la pera estiva per eccellenza. Il colore verde tende al giallo con la piena maturazione e le macchie rosse indicano l’esposizione al sole. La polpa risulta leggermente granulosa, dolce e succosa, perfetta per macedonie, confetture, frullati e negli impasti per dolci. La pera Coscia è adatta ad abbinamenti con formaggi semistagionati. Di piccole dimensioni è adatta a merende e spuntini.

Valori nutrizionali delle pere

100 grammi di prodotto contengono 35 kcal

Carboidrati
8,80 g
Zuccheri
8,80 g
Proteine
0,30 g
Grassi
0,10 g
Fibra
3,80 g
Sodio
2 mg
Potassio
127 mg
Vitamina C
4 mg

Proprietà nutrizionali e benefiche

L’errore più comune che commette chi consuma questo frutto dissetante è quello di eliminare la buccia. Sbucciare le pere, infatti, vuol dire eliminare la maggior parte delle proprietà nutrizionali e benefiche del frutto. La buccia, infatti, contiene fibre alimentari dal potere saziante che regolano l’assorbimento intestinale di grassi e prevengono disturbi intestinali. La polpa della pera è composta in alta percentuale da acqua e il suo potere diuterico aiuta a sgonfiare nei casi di ritenzione idrica. La pera contiene anche moltissime vitamine a patto che venga consumata cruda. Nella fase di cottura, infatti, le vitamine si disperdono con i succhi. Ricca di potassio, la pera risulta essere un valido alleato per gli sportivi che necessitano di questo prezioso minerale.

Proprietà nutrizionali delle pere

Uso in cucina

Le pere sono spesso utilizzate nella realizzazione di dolci da colazione, merenda, ma anche per addolcire il palato a fine pasto senza appesantirsi. La pera riesce ad arricchire anche piatti salati soprattutto se associati a formaggi. Il risotto pere noci e gorgonzola riesce a stupire persino i palati più complicati. Il contrasto dolce delle pere con il sapore forte e salato del gorgonzola stupisce i più timorosi. Nei dolci la pera è perfetta per plumcake, muffin, torte e biscotti. Più una pera è matura più risulta adatta alla cottura, durante la quale rilascerà succhi e aromi agli impasti. La marmellata di pere è un classico facile da realizzare grazie alla presenza di pectina contenuta nel frutto che agevola la gelificazione evitando, quindi, aggiunta di additivi chimici.

Per visualizzare tutte le ricette con pere CLICCA QUI

risotto-pere-gorgonzola-e-noci        muffin pere cioccolato        dolci-pere-e-noci



Commenta la notizia: