Mele varietà più comuni e proprietà benefiche



Aggiungi Flipboard Magazine

Mele

Le mele sono i frutti prodotti dal melo, albero millenario di origine asiatica. Le varietà ad oggi presenti si aggirano sulle 7500 e in Italia ne possiamo trovare circa 2000. La grande produzione si limita alle varietà più comuni esportate in tutto il mondo ma nei piccoli paesi, ancora oggi, è possibile degustare mele locali difficilmente reperibili nei mercati italiani. Questo frutto matura tra agosto ed ottobre ma si può trovare durante tutto l’anno. Le aziende produttrici, infatti, hanno raggiunto una capacità conservazione della mela molto lunga che consente di distribuire questo prodotto costantemente.

Varietà di mele

Ogni varietà di mela ha la sua caratteristica: acidula, croccante, succosa o farinosa. Ci sono mele adatte alla cottura e mele da insalata, quelle che arricchiscono piatti dolci e quelle che esaltano preparazioni salate. Piccole o grandi, tonde o irregolari, le mele riescono a soddisfare le menti culinarie più creative. Per districarsi tra le tante varietà si può tentare di distinguerle per gusto e consistenza e per utilizzo in cucina.

Mela Renetta

mela-renettaUna delle varietà più utilizzate negli strudel e nelle torte. La sua acidità diminuisce in cottura e la polpa si ammorbidisce rilasciando il succo profumato. Dal colore giallo-verde, ha la caratteristica di conservarsi a lungo ma il difetto di ossidarsi velocemente una volta sbucciata. Questa varietà di mela contiene più polifenoli, utili a rallentare l’invecchiamento cellulare, rispetto alle altre.

Mela Granny Smith

mela-granny-smithDalla polpa compatta e dal sapore leggermente acidulo e di un colore intenso, viene anche chiamata comunemente mela verde. La Granny Smith è perfetta per le insalate, le rende fresche e sgrassa il palato a fine pasto. Questa varietà è apprezzata anche in cottura, possibilmente mantenendo il frutto intero. Le mele cotte di questa varietà, infatti, si mantengono compatte e succose.

Mela Pink Lady

mela-pink-ladyChiamata così per il tipico colore tendente al rosa è dolce e profumata e dalla polpa croccante. Il suo sapore intenso la rende perfetta per preparazioni dolci e macedonie e ideale al contrasto dolce-salato in alcune preparazioni. Ottima anche per frullati dietetici associati ad altra frutta, gradevole decorazione per colorati centritavola nei periodi natalizi e profumato pot-pourri per l’ambiente.

Mela Fuji

mela-fujiOggi coltivata in Valtellina ma, come si intuisce dal nome, di origini giapponesi. Questa mela rossa con striature giallo-verdi è croccante, profumata e succosa. Poco acidula, la sua dolcezza rende questa mela adatta per macedonie o al naturale. Una delle poche varietà che vengono raccolte a piena maturazione, procedimento che le rende dolci e succose. Ottima per accostamenti salati con speck e formaggi.

Mela Gala

mele-galaColore rosso e giallo ha un periodo di conservazione ridotto rispetto alle altre varietà. Viene apprezzata al naturale, morso dopo morso ed ha la caratteristica di essere croccante ma dalla polpa succosa. Una mela adatta per frullati e centrifugati e così zuccherina da non richiedere ulteriori dolcificanti. La scelta ideale per lo svezzamento dei bambini che gradiscono il sapore dolce e profumato di questo frutto.

Mela Golden Delicious

mela-golden-deliciousPerfetta per preparazioni sia dolci che salate si distingue per il suo colore giallo intenso. Quando i raggi solari baciano alcuni frutti di questa varietà si può trovare una piccola macchia rossa, particolarità che le rende più saporite e speciali. Molto dolce e dalla polpa soda e croccante, è la mela adatta a torte e marmellate. Questa varietà è quella che detiene tutti i sapori, dolce, acidula, aromatica si associa a qualsiasi piatto cotta o cruda.

Mela Red Delicious

mela-red-deliciousLa Red Delicious (o Stark Delicious) si distingue dalle altre varietà per il suo colore rosso rubino che invita al morso. Dalla forma allungata, questa mela è una delle più richieste e consumate dal gusto dolce e dal profumo intenso. È preferibile consumarla al naturale prima che raggiunga la piena maturità durante la quale diventa più farinosa e adatta alla cottura sia di dolci che salati.

Uso in cucina

Le mele vengono spesso associate alle preparazioni dolci, in particolare la torta di mele è un classico che accontenta tutti. I più ambiziosi sfruttano questo frutto per realizzare deliziosi strudel o biscotti ripieni di polpa di mele. Sono ideali per la preparazione di marmellate grazie all’alta percentuale di pectina che aiuta la gelificazione evitandoci di ricorrere ad additivi chimici. È sempre consigliabile scegliere mele non ancora pienamente mature per utilizzi a crudo, ad esempio per insalate o macedonie. Quelle mature, invece, sono mele adatte per la cottura durante la quale i succhi prodotti dal frutto vengono rilasciati sprigionando tutto l’aroma. Da qualche anno, si sta sperimentando l’utilizzo della mela nelle ricette salate: risotti, stufati, arrosti e si accosta perfettamente alla sapidità di formaggi e insaccati. Dalla mela vengono anche prodotte bevande, come sidro e distillati, e l’aceto di mele ottimo per insalate ma anche per l’igiene della casa.

Proprietà benefiche

Che le mele facciano bene è ormai noto, anche grazie al detto “una mela al giorno toglie il medico di torno”. In effetti, questo frutto miracoloso svolge molteplici funzioni utili al nostro organismo. Chi è abituato a sbucciare la mela forse non sa che elimina una buona parte di sostanze fondamentali alla digestione. La buccia della mela, infatti, contiene pectina, una sostanza che a contatto con i succhi gastrici si trasforma in un gel capace di trattenere grassi e zuccheri ed evitarne l’assorbimento. Una mela prima dei pasti è consigliabile per chi vuole disintossicarsi e aumentare l’apporto di fibre, presenti in alta quantità nella buccia. Peraltro, arriveremo al pasto con meno appetito riuscendo a gestire meglio la fame. La polpa della mela è ricca di antiossidanti e flavonoidi che prevengono problemi cardiovascolari. La presenza di vitamine e sali minerali nella polpa la rendono perfetta allo svezzamento dei più piccoli.

mele uso in cucina

Conservazione delle mele

Le mele di stagione si trovano da fine agosto a gennaio, gli altri sei mesi in commercio troviamo quelle a maturazione lenta e controllata. Per assicurarci che le mele possano conservarsi a lungo nella nostra dispensa basta usare piccoli accorgimenti. Innanzi tutto, quando le acquistiamo basterà stare attenti a scegliere frutti ancora sodi e senza difetti sulla buccia. Una mela ammaccata accelererà il processo di deterioramento delle altre. Se siamo abituati a conservare le mele in frigo è meglio separarle dalle verdure che rischiano di appassire a causa dei gas naturali prodotti dal frutto. Chi preferisce lasciarle a temperatura ambiente e sfruttarle anche come decorazione per centritavola, deve solo assicurarsi di non ammassarle troppo e possibilmente di posizionarle con il picciolo verso il basso. Nel caso di mele in deterioramento la soluzione perfetta è sempre una sana e genuina marmellata di mele fatta in casa.

Per visualizzare tutte le ricette con mele CLICCA QUI

apple-pie        torta-con-mele-e-cioccolato        strudel di mele bimby



Commenta la notizia: