Come cuocere a vapore consigli pratici e alternative


Come cuocere a vapore

In questa pagina vedremo come cuocere a vapore gli alimenti con metodi pratici e semplici. La cottura a vapore è uno dei metodi più salutari per cuocere gli alimenti. Con questa tecnica, infatti, le pietanze mantengono tutte le sostanze nutritive che altrimenti andrebbero disperse. Scegliere questo metodo per la cottura di pesce e verdure è sempre preferibile. È possibile cuocere anche la carne, preferibilmente quella bianca, avendo cura di tagliarla in piccole porzioni per agevolare la cottura. Evitando il contatto diretto con l’acqua, si evita il rilascio di vitamine e minerali che in questo modo rimangono nell’alimento. Il cibo viene adagiato in cestelli forati che consentono il passaggio del vapore che si sviluppa durante l’ebollizione dell’acqua sottostante.

Questo metodo consente anche di cuocere più alimenti contemporaneamente impilandoli uno sopra l’altro grazie al passaggio del vapore attraverso i fori di tutti i cestelli. È consigliabile posizionare gli alimenti in base allo spessore e durata della cottura. Sul fondo, ad esempio, carne o verdure più sode e in cima alimenti più teneri che non necessitano di cotture lunghe. È anche possibile aromatizzare le pietanze aggiungendo erbe e spezie nell’acqua. Il vapore con i suoi odori penetrerà negli alimenti arricchendoli in modo sano e naturale.

Come cucinare al vapore: regole pratiche

Come cuocere a vapore alla perfezione? In commercio esistono ormai diversi strumenti per cucinare a vapore. La vaporiera può sembrare lo strumento più utile e veloce ma spesso quelle più economiche sono realizzate con materiali che alterano il sapore del cibo invece di esaltarlo. Nelle ultime versioni del Bimby è stata aggiunta la cottura al vapore con apposito recipiente, ma non tutti lo possiedono.

La scelta migliore risulta essere la tradizionale vaporiera bamboo, strumento orientale dalla tradizione millenaria che, oltre alla praticità, regala una cottura naturale grazie al legno non trattato. Chi non ha a disposizione questi oggetti ha diverse alternative per non rinunciare ai benefici e vantaggi del cuocere al vapore.

Offerta
Kitchen Craft, Pure Oriental, Contenitore per cottura a vapore orientale in bambù, 2 livelli e coperchio
  • Cestello per cottura a vapore, con coperchio, a due strati, realizzato in bambù naturale intrecciato
  • Ideale per cuocere verdure, pesce, riso, couscous e dim sum
  • Preserva le vitamine, i minerali, i sapori e i colori degli alimenti; facile da usare in combinazione con pentole, wok e pentoloni
  • Dimensioni: Ø 20 cm
  • Lavare a mano

Come cuocere a vapore senza vaporiera con la pentola

In commercio esiste la pentola a vapore adatta allo scopo. Ma come cuocere a vapore con la normale pentola della nostra batteria? Basterà munirsi di scolapasta in acciaio, spesso integrato alla pentola, o un colino abbastanza grande, sempre in acciaio, e un coperchio. Per cuocere al vapore si dovranno versare poche dita di acqua nella pentola. Il livello dell’acqua dovrà essere al di sotto dello scolapasta per evitare il contatto con gli alimenti. Portare prima a bollore con il coperchio, non appena si creerà vapore si potranno inserire gli alimenti e richiudere.

come cuocere a vapore

Testare ogni tanto la cottura con una forchetta sino a quando non si otterrà la consistenza desiderata. Esistono dei supporti adatti alla cottura a vapore in pentola. Oltre alla vaporiera in bamboo, infatti, possiamo trovare dei cestelli in metallo. Quelli a petalo sono richiudibili, dotati di comodi piedini, in diversi materiali e adattabili a diversi diametri. Alcune batterie di pentole hanno il cestello per la cottura a vapore in dotazione.

 

Come cuocere a vapore nel microonde

Alcuni microonde sono dotati di pentole per la cottura a vapore. Come cuocere a vapore nel caso in cui non avessimo lo strumento apposito? Potremo tranquillamente utilizzare un qualsiasi recipiente in materiale adatto al microonde. Gli alimenti andranno adagiati nel contenitore insieme ad un cm di acqua. Coprire il recipiente con pellicola alimentare avendo cura di lasciare un angolo scoperto per dare modo al vapore di sfogare.

 

Come cuocere a vapore rispettando i tempi di cottura

Le ricette al vapore realizzabili sono moltissime ma spesso questo metodo di cottura viene scelto per preparare contorni leggeri. Le verdure al vapore sono facili da gestire una volta fatta un po’ di pratica con i tempi di cottura. I cavolfiori, ad esempio, necessitano di cotture più lunghe a meno che si abbia il tempo di tagliarlo in piccole porzioni. Le zucchine al vapore, invece, sono un contorno veloce e genuino da accostare a secondi di pesce o carne. Il pesce al vapore, se rispettati i tempi di cottura (solitamente bastano 10 minuti o poco più), risulterà morbido e succoso e le verdure carnose e saporite perché ricche di tutti i nutrienti. Solitamente le verdure hanno tempi leggermente più lunghi rispetto al pesce ma dipende sempre dai gusti. Con un po’ di pratica riusciremo a definire i tempi di cottura giusti per ogni alimento.



Commenta la notizia: